Archivi tag: Naoyuki Tsuji

(A)LIVE! | VII MAGIS International Fim Studies Spring School

Organizzata e ospitata dal DAMS dell’Università di Gorizia, nell’ambito di filmforum/2009 Udine-Gorizia-Gradisca, si svolge dal 27 marzo al 2 aprile la VII edizione del seminario di studi avanzati dedicato al rapporto tra cinema e arte contemporanea, in questa occasione con un attenzione particolare per la performance e l’animazione. MAGIS ospita un programma intensivo di workshop e relazioni di docenti, ricercatori e studenti, completato da una serie di interventi di ospiti speciali (filmmaker, artisti e curatori) e accompagnato da un programma di proiezioni ed eventi live, che curo insieme ad Andrea Lissoni.

BRUCE McCLURE IN ROTTERDAM, PHOTO: ROBIN MARTIN

Bruce McClure in Rotterdam, Photo: Robin Martin

Tra gli ospiti che abbiamo invitato quest’anno a Gorizia ci sono il cineasta sperimentale inglese Guy Sherwin, il performer Bruce McClure con il suo concerto per proiettori modificati, il maestro della videoarte e della musica minimal Phill Niblock, il regista e artista Carlos Casas e i suoi Fieldworks, il curatore e direttore del festival FIDMarseille Jean-Pierre Rehm, il fantomatico collettivo di superottisti sloveno OM production.

OM PRODUCTION, TETRAPLAN

OM Production, Tetraplan

Completano il programma i film d’animazione scelti da Anke Feuchtenberger e Stefano Ricci, quelli di  Franz Winzentsen e di Naoyuki Tsuji (con lo stessa selezione di lavori già presentata a Bilbolbul), oltre a Electric Edwardians con i newsreels dell’archivio Mitchell & Kenyon del British Film Institute presentati da Vanessa Toulmin, e Pasolini project 3.0 con Davide Toffolo, esibizione di disegno in diretta che chiude il programma la sera del 2 aprile.

Il programma dettagliato delle proiezioni e performance

VII MAGIS Spring School: presentazione e abstract degli interventi

filmforum/2009 Udine-Gorizia-Gradisca, con il programma completo da scaricare in pdf

Documentazione della performance Man with Mirror di Guy Sherwin (da LUXonline):

Documentazione di una performance di Bruce McClure (San Sebastian, 2007):

Bilbolbul 2009 | Le proiezioni

Nell’ambito della terza edizione di Bilbolbul – Festival Internazionale di Fumetto, a Bologna dal 4 all’8 marzo, le sale del Cinema Lumiére della Cineteca di Bologna ospitano una rassegna di film, documentari e cortometraggi d’animazione legati al mondo del fumetto.

Per la prima volta in Italia Good ol’ Charles Schulz di David Van Taylor (USA, 2007), documentario biografico sul celebre autore dei Peanuts. Attraverso straordinari materiali originali come le rare interviste televisive e gli home-movies di famiglia, Van Taylor traccia un ritratto complesso e toccante della personalità contrastata di Schultz, dalla prima striscia dei Peanuts nel 1950 all’ultima dell’ottobre 2000, uscita il giorno dopo la sua morte.

Di fumetto argentino tratta il documentario Imaginadores di Daniela Fiore (Argentina, 2008), che delinea un percorso storico nell’universo della “historieta” argentina dagli anni ’50 ad oggi. La potenza immaginativa del racconto disegnato (che in Argentina è spesso finita per caricarsi di radicali valori politici) viene raccontata mescolando le testimonianze di decine di disegnatori, editori, sceneggiatori e critici all’animazione delle tavole originali.

Il cinema d’animazione più personale e sperimentale è presente con un omaggio a Naoyuki Tsuji, artista giapponese classe 1972.  Le sue animazioni a matita e carboncino si definiscono nel continuo accumulo di tratti e progressive cancellazioni, rivelando misteriosi universi interiori. Proiettati ai festival di Cannes e Rotterdam, in gallerie e musei d’arte contemporanea in Giappone, Europa e Stati Uniti, i suoi film arrivano per la prima volta in Italia.

Alla street art infine, che con illustrazione e fumetto ha molto in comune, e in particolare a quella generazione di creativi californiani come Harmory Korine, Mike Mills, Barry McGee, nata con i graffiti e la cultura DIY anni ’90 e oggi affermata in diversi campi artistici (pittura, grafica, cinema, video), è dedicato Beautiful Losers di Aaron Rose (USA, 2008). Già presentato ai festival South by Southwest di Austin e di Locarno, a Bilbolbul in anteprima italiana.

Completano il programma il documentario HGO – Oesterheld di Victor Bailo e Daniel Stefanello e due imperdibili incontri/proiezione con Thomas Ott e Charles Burns.

Il programma completo e dettagliato della rassegna

Il sito web di Bilbolbul

Un estratto da Trilogy about Clouds di Naoyuki Tsuji (formato RealVideo)

Il trailer di Good ol’ Charles Schulz

Il trailer di Beautiful Losers

Il trailer di Imaginadores